cameo profumo 8
profumo solido aromaterapico a base di Tsuga canadensis

Con i profumi si viaggia, spesso anche molto lontano. Con questo olio essenziale ti porto nei boschi nel nord America.

Mi riferisco all’olio essenziale di Tsuga canadensis, Un grande albero (fino a 30 metri di altezza) sempreverde del genere Pinus molto diffuso in Canada e in america nordorientale; è un albero dall’aspetto simile agli abeti (genere Abies) e  cresce in boschi aridi e collinari a una altitudine di 600-1400 metri.

l’olio essenziale viene distillato negli stati del Vermont, New Hampshire, New York e Wisconsin.

Ti racconto questo profumo perché ho avuto la fortuna di provarlo in questi giorni grazie al provvidenziale consiglio di Vera Sganga ( aromaterapeuta professionista e autrice del libro Guida pratica all’aromaterapia) che me lo ha indicato per sostenermi sia fisicamente che emotivamente durante la forte bronchite di cui ho sofferto in questo periodo. L’ho trovato molto piacevole e particolare , oltre al magnifico effetto aromaterapico che ha avuto su di me.

DESCRIZIONE DEL PROFUMO

Inizio come sempre dalle mie sensazioni olfattive che introducono l’energia della pianta e del suo aroma; ha delle bellissime note di testa balsamiche fresche comuni anche al Pino mugo e all’abete bianco ma con particolari note di testa-cuore dolci e fruttate, quasi di miele che fanno pensare ad alcune sfumature del labdano (Cistus ladanifera). Quando le note più volatili svaniscono, lasciano il posto a  un’ accennata ombra legnosa che ricorda il legno di cedro della Virginia.

Evoca davvero un bosco di conifere proprio grazie alla sua dolcezza che si riconduce ai sentori del sottobosco; ciò non avviene annusando singolarmente oli di pino o Abete in cui predomina la parte balsamica più pungente.

PROPRIETA’ FISICHE E PSICOAROMATERAPICHE

La Tsuga è la più potente delle conifere (va utilizzata per periodi brevi) perchè agisce dove pino e abete non riescono ad arrivare; nel fisico aiuta il sistema respiratorio quando sono presenti forti bronchiti o polmoniti: si può massaggiare sul petto con un olio base o diffondere nell’aria ; dal punto di vista emozionale sostiene  l’energia della persona dal profondo specialmente in momenti di mancanza di forza psicologica data da eventi stressanti: si può annusare direttamente dalla boccetta o su un fazzoletto, (io di solito mescolo qualche goccia nel mio unguento per le mani e ne aspiro profondamente l’aroma concentrandomi sul suo odore e sulle immagini che arrivano alla mia mente, quasi sempre sono boschi autunnali dai colori caldi…

ABBINAMENTI AROMATERAPICI

La tsuga viene usata principalmente per profumare detergenti e saponi ma è poco usata in profumeria; tuttavia ci sono oli con cui armonizza benissimo come la lavanda, il muschio di quercia il pino o il rosmarino per esempio;

RICETTA DI UN PROFUMO SOLIDO AROMATERAPICO CON LA TSUGA

Ispirata dal profumo della tsuga ho cominciato a pensare a come potevo esaltare questa resinosità e dolcezza, così è arrivato il labdano e la lavanda a guarnire la mia idea di foresta selvaggia nord americana; un profumo solido plastico come la resina, anziché alcolico perché questo mix è bello da massaggiare sulla pelle delle mani e sul petto per aprire il respiro e rilassarlo; il risultato finale è una fragranza molto balsamica, che può ricordare un fougère maschile( prima formula)

Qui sotto trovi le ricette che ho sperimantato, niente di complicato, solo la voglia di natura che ancora una volta è la protagonista e il desiderio di un profumo da portare sempre con sé come un gioiello;

formula fougère (sentori di fieno, talcata)

cera d’api grezza 1,7 g

olio di jojoba 4ml

tsuga canadensis olio essenziale 20 gocce (testa -cuore)

lavanda vera assoluta 4 gocce (cuore-base)

labdano assoluta (diluita in alcool buongusto al 10%) 6 gocce (base)

formula fruttata fresca

cera d’api grezza 1,7 g

olio di jojoba 4 ml

tsuga canadensis 15 gocce (testa-cuore)

lavanda vera olio essenziale 8 gocce (cuore)

labdano assoluta (diluita in alcool al 10%) 8 gocce (base)

gli ingredienti base del profumo solido: cera d'api e olio do jojoba
gli ingredienti base del profumo solido: cera d’api e olio do jojoba

metti la cera a sciogliere dentro un fornellino elettrico o a bagnomaria
metti la cera a sciogliere dentro un fornellino elettrico o a bagnomaria
nel frattempo aggiungi le essenze all'olio di jojoba e mescola bene
nel frattempo aggiungi le essenze all’olio di jojoba e mescola bene

cameo profumo9

aggiungi l'olio di jojoba alla cera fusa dentro al pentolino, mescola bene con un bastoncino di legno da spiedini e versa il tuo profumo nel portapillole preferito o in un portacipria
aggiungi l’olio di jojoba alla cera fusa dentro al pentolino, mescola bene con un bastoncino di legno da spiedini e versa il tuo profumo nel portapillole preferito o in un portacipria
versa il profumo solido nel portapillole e lascia raffreddare
versa il profumo solido nel portapillole e lascia raffreddare
puoi sbizzarrirti a creare profumi di varie forme, io ho scelto il cameo raffinato e senza tempo
puoi sbizzarrirti a creare profumi di varie forme, io ho scelto il cameo raffinato e senza tempo.

cameo profumo1

E a te piacciono di più i profumi solido o quelli in alcool? Fammi sapere se il post ti ha ispirato, non vedo l’ora di saperlo nei commenti qui sotto

Un abbraccio

Giorgia