IMG_20160804_114710

 

Il principio fondamentale che permette di estrarre i principi attivi, miscelare essenze, profumi è uno: il simile attrae il simile.

Compreso questo e il perché avviene grazie allo studio della chimica si può sperimentare l’estrazione dei principi attivi dalle piante tra i quali ci sono anche gli oli essenziali, e gli oli essenziali si solubilizzano in olio o alcool o, in generale, in solventi organici.

Siamo agli inizi delle fioriture di alcune erbe e fiori profumati di facile estrazione, quindi ecco qualche idea da applicare per creare i tuoi estratti profumati in olio.

IL MACERATO OLEOSO 

lavanda, lavandino, elicriso,camomilla, rose profumate, menta, maggiorana, iperico, sono tutte erbe fresche disponibili in questa stagione con le quali puoi creare profumi in olio ricchi di principi attivi, profumati e non. Il grande vantaggio di crearli con le erbe fresche piuttosto che secche è la maggiore quantità di olio essenziale che verrà estratto e che quindi ti darà una maggiore intensità di profumo.

L’anno scorso ho realizzato un olio profumato alla lavanda con fiori freschi ottenendo un olio alla lavanda che conteneva tutte le note del fiore appena raccolto a differenza dell’olio essenziale che non possiede le note di base più “fienose”  morbide,  dolci, quasi talcate…

lavanda vasetto

una sorta di “INFIORAGGIO” (oggi mi rifiuto di scriverlo in francese)  che puoi realizzare facilmente sbizzarrendoti a seconda dei tuoi gusti olfattivi e dei benefici che vuoi ottenere; per farlo tieni presente questi semplici passi, ma per il resto usa la tua creatività.

I PASSI FONDAMENTALI

1)prendi un vasetto pulito e sterilizzato con tappo a chiusura ermetica(tipo quelli da marmellata);

2) riempi molto bene il vasetto con le erbe che hai scelto

3) aggiungi il tuo olio vegetale preferito fino a riempire il vasetto; io ti consiglio una miscela di jojoba e mandorle dolci, ma puoi utilizzare anche olio di semi di girasole più economico dei precedenti.

4)lascia riposare al fresco e al buio per circa 10 giorni

5) filtra l’olio, annusane il profumo, provalo sulla pelle e immagina…

6) ripeti queste 5 operazioni con l’olio ottenuto, aggiungendo altri fiori o erbe fresche per aumentarne l’odore .

N.B ti consiglio di non frantumare le erbe (a parte camomilla, e iperico che invece vanno sminuzzati per aumentare il potere estrattivo dei flavonoidi antinfiammatori) per evitare la dispersione di acqua contenuta all’interno; gli oli essenziali devono attaccarsi dolcemente all’olio per affinità…

lavanda e camomilla

idee per blend profumoterapici:

camomilla, lavanda: lenitivo e rinfrescante

lavanda, rosmarino e menta; fresco ed energizzante

rosa, camomilla lavanda; profumato ed emolliente

fiori di elicriso camomilla e iperico: cicatrizzante e antinfiammatorio

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E RICEVI GRATUITAMENTE L’E-BOOK “STARTER KIT PER PROFUMIERI BOTANICI”

 

1 comment on “COME REALIZZARE UN OLIO PROFUMATO”

  1. Ciao, in questo periodo stanno fiorendo i tigli…. Adoro il loro profumo, hai qualche consiglio da darmi x catturarlo e godermelo non solo in questa stagione? Grazie!

Comments are closed.